Primi paesi per produzione ed esportazione di caffè nel 2020

È chiaro che ci sono molti paesi produttori di caffè, ma tutti sono interessati ai leader. Alcuni Guyana producono circa 600 tonnellate - polvere, forfora, non merita attenzione. Ma quale Paese è il maggior produttore? Quale paese ha il miglior caffè? A proposito, non c'è risposta a questa domanda. Infine, quale paese è la culla del caffè? A proposito di questo immediatamente - Etiopia.

Il caffè è una bacca e per maturare necessita di determinate condizioni climatiche, in particolare un calore più o meno uniforme tutto l'anno con una temperatura media di almeno +15. Pertanto, tutti i paesi che coltivano il caffè sono concentrati nella zona climatica tropicale della Terra, semplicemente ai tropici. Con questa conoscenza, guarda la mappa.

Per correttezza, questa è la classifica delle esportazioni di caffè. Infografica: Cbahrs di persone. CC BY-SA 4.0

Per motivi di precisione, questa è una classifica per le esportazioni di caffè, ma questo dato di solito si correla bene con la produzione ad eccezione di Cina e Malesia, che non coltivano caffè, ma sono grandi esportatori. Infografica: Cbahrs di persone. CC BY-SA 4.0



Si scopre che ci sono una cinquantina di paesi nel mondo dove cresce il caffè. Si trovano in Centro e Sud America, Africa e Sud-Est asiatico.

Primi 20 paesi leader nella produzione di caffè (in tonnellate, secondo i dati per il 2020)

Nazione Produzione 2020 Sono. 2020/2019
1. Brasile 3.804.000 +23%
2. Vietnam 1.740.000 -4,9%
3. Colombia 858.000 + 1,4%
4. Indonesia 717.000 + 3,0%
5. Etiopia 442 500 + 0,4%
6. Honduras 366.000 + 2,8%
7. India 342.000 + 14,3%
8. Uganda 337 200 + 2,0%
9. Messico 240.000 + 0,4%
10. Perù 227 640 -0,9%
11. Guatemala 225.000 + 4,0%
12. Nicaragua 159.000 -8,1%
13. Costa d'Avorio 106 500 -8,0%
14. Costa Rica 46 500 -1,5%
15. Tanzania 54 780 -0,9%
16. Kenia 45.000 -8,1%
17. Papua Nuova Guinea 40 980 -6,7%
18/19. Laos 36.000 -6,7%
18/19. Il salvatore 36.000 -9,2%
19/20. Venezuela 30.000 -9,1%
19/20. Tailandia 30.000 -3,2%

Un paio di spiegazioni per la tabella:

  1. Questa è la classifica più recente per il 2020, una statistica riassuntiva basata su dati grezzi Organizzazione Internazionale del Caffè da maggio 2021.
  2. Questi sono precisamente i dati per la produzione di caffè, non per le esportazioni - vedi l'esempio sopra con Cina e Malesia. A proposito, è dalla presenza della Cina nei principali paesi produttori di caffè che puoi distinguere un articolo di un copywriter incompetente dalle informazioni più accurate di una macchina da caffè 101
  3. Questi dati si riferiscono all'anno solare 2020. In agricoltura, vengono spesso utilizzate le statistiche dell'anno agricolo. Ora, questa non è lei.

Ora qualche dettaglio in più sui tre maggiori produttori, ognuno dei quali ha una medaglia d'oro in qualche categoria.

Il Brasile è il primo produttore di caffè indiscusso

Il Brasile è leader nella produzione di caffè in generale e nella coltivazione di Arabica in particolare. Inoltre, il distacco dal secondo posto è duplice. Nonostante il caffè sia stato portato in Brasile solo nel XVIII secolo, già nel XIX ha preso l'iniziativa dei paesi asiatici, quando iniziò un genocidio di massa delle piantagioni da parte di parassiti e varie malattie della pianta del caffè. All'inizio del XX secolo, il Brasile produceva generalmente circa l'80% del caffè mondiale. Poi il prezzo è sceso così tanto che hanno dovuto ricorrere alla regolamentazione dell'offerta e tagliare la produzione.

Il Brasile è leader nella produzione, ma non nel consumo di caffè

Un'economia relativamente sviluppata e stabile, oltre alla semplicità del paesaggio: le pianure sono i componenti principali di un raccolto elevato. La geografia determina anche il modo in cui vengono raccolte le bacche e il modo in cui viene lavorato il caffè. Grandi piantagioni su un'area pianeggiante consentono di utilizzare raccoglitrici con potenza e meccanismi principali per la raccolta motorizzata delle bacche dagli alberi. Clima secco: asciuga rapidamente le bacche al sole, senza paura di muffe, funghi e altri effetti negativi di un ambiente piovoso. Di conseguenza, la maggior parte del caffè dal Brasile viene lavorato a secco, è anche chiamato metodo naturale (ho scritto sui metodi di lavorazione nell'articolo macchina per il caffè ). Distribuzione approssimativa per specie coltivate: 80% Arabica, 20% Robusta.

Il caffè brasiliano ha generalmente il sapore più comprensibile e gradevole per la maggior parte dei consumatori ordinari, con chiare descrizioni di cacao, cioccolato e noci. Si abbina sia al puro espresso che al latte. Ideale per la preparazione in macchine da caffè automatiche e caffettiere alla carruba ...Ma in Brasile si produce molto caffè, può essere molto diverso, per tutti i gusti: si trovano spesso microlotti dolci al miele, composte di frutta secca, sono comuni anche trattamenti sperimentali con note alcoliche, vinose e liquorose (non sono additivi, questo è un tale gusto). Qui sto parlando, ovviamente, di caffè appena tostato, non di caffè al supermercato (coglierò l'occasione per mandarvi al catalogo dei produttori di caffè fresco in).

Puoi leggere di più sul caffè dal Brasile nel materiale del profilo sulla varietà brasiliana più comune - santi .

Il Vietnam è il primo posto nella produzione di robusta

Perché il 90% delle piantagioni del paese sono dedicate specificamente a Robusta ( di più su robusta e differenze dall'arabica ). Si coltivano al massimo dieci Arabica e, secondo alcune fonti, solo il 5%. La maggior parte del caffè istantaneo del mondo è prodotta con robusta vietnamita. Il caffè è stato introdotto in Vietnam anche più tardi che in Brasile, nel XIX secolo. Il paese ha preso il secondo posto nella produzione di recente, negli anni '90. La Germania ha aiutato fornendo attrezzature negli anni '80, costruendo alcune infrastrutture, espandendo le piantagioni. La maggior parte del caffè viene coltivata nell'altopiano centrale, noto anche come Tai Nguyen. Quella piccola Arabica è nella zona di Dalat.

Caffetteria ad Hanoi, Vietnam

La raccolta avviene manualmente data la complessità del rilievo e il basso costo della manodopera. Il caffè viene lavorato sia a secco che lavato, con quest'ultimo in più. L'Arabica Vietnamita si sposa bene con il latte, il profilo gustativo è classico, morbido, con un minimo di acidità, caffè al gusto di caffè. I microlotti originali sono pochi, praticamente tutta la varietà deriva dal profilo di tostatura utilizzato dal produttore.

Puoi leggere di più sul caffè vietnamita in articolo separato .

Colombia - #1 produttore di Arabica lavato

La Colombia è ancora due volte dietro al secondo posto in classifica generale. Ma ha anche un traguardo d'oro: questo Paese è leader nella produzione di Arabica lavati (ripeto, ho scritto più dettagliatamente sui metodi di lavorazione nel materiale macchina per il caffè ). Perché in Colombia è vietato coltivare robusta a livello legislativo! Cioè, tutto il caffè della Colombia è Arabica per definizione. Inoltre, fino a poco tempo fa, esisteva una legge che permetteva la lavorazione del caffè con metodo a secco solo in casi eccezionali, ma negli ultimi anni hanno dato sollievo. Pertanto, la stragrande maggioranza del caffè colombiano è arabica lavata; se ne produce più qui che in Brasile, dove si preferisce la lavorazione a secco.

Colombia

In generale, il caffè è stato portato in Colombia all'inizio del 18° secolo e fino al 21° era al secondo posto nella produzione totale di cereali, cedendo al Vietnam abbastanza recentemente a causa di un'epidemia di ruggine del caffè (questa è una tale malattia). Vendemmiato principalmente a mano, due volte l'anno.

Il caffè colombiano è brillante e dolce, frutti di bosco e fruttato, non si sposa bene con il latte, ma si apre perfettamente quando preparato modi alternativi : v imbuto / versamento , caffettiera a goccia , aeropress eccetera.

Leggi di più sul caffè colombiano più famoso nel nostro paese - Supremo - leggi qui .

Questo articolo utilizza fotografie di C. Cagnin, Arnie Chou e FRANK MERIÑO di Pexels.