BROUHAHA AL BIRRIFICIO

Agonizzi al refrigeratore della birra. Quale birra comprare? La selezione è abbagliante: cream stout e birre ai mirtilli rossi, birre di frumento e 'lager irlandese unica'. Ottimo anche il packaging: Red Dog con il suo bulldog dolcemente feroce, il Samuel Adams dall'aspetto molto storico, birre da cowboy, motivi di inizio secolo. I nomi stessi dei birrai - Plank Road Brewery, Blue Moon Brewing, Boston Beer Co. - suggeriscono piccole operazioni locali che realizzano ricette tradizionali artigianali con più personalità (e più gusto, stai pensando) rispetto alla produzione di massa birra dei sei birrai che nel 1995 hanno spedito circa l'89 per cento della birra prodotta negli Stati Uniti.

Sbagliato e sbagliato di nuovo. Plank Road Brewery fa parte di Miller Brewing (era il nome del primo birrificio di Frederick Miller, in effetti), e il suo Red Dog non è un microbirrificio ma l''alternativa tradizionale' di Miller, prodotta nello stesso impianto, anche se da diversi mastri birrai e con una ricetta diversa - che mette fuori Miller Lite e Genuine Draft. Blue Moon Brewery è sull'etichetta della birra commercializzata da UniBev, Ltd., creata nel 1993 da Coors per commercializzare i suoi marchi George Killian's e Coors WinterFest. E anche se la Boston Beer Co. è davvero un 'birrificio artigianale', l'anno scorso l'azienda ha spedito 925.000 barili di birra, la maggior parte prodotta negli stabilimenti di altri produttori.

Tale è il mondo nodoso e complicato della birra e della birra, in cui le vendite dei giganti della birra stanno crollando (in calo del 2% l'anno scorso, con importazioni in aumento di mezzo milione di barili) e le piccole birre sexy stanno catturando l'inchiostro e un piccolo ma crescente pezzo del dollaro di birra. E prevedibilmente quando sono coinvolti denaro e mercati, questo ha portato a cecchini e contro-cecchini, cause legali e petizioni per la regolamentazione, per non parlare del marketing molto creativo.



Le fionde e le frecce di questa particolare battaglia vengono sentite sia dai David che dai Goliath, e per il consumatore occasionale non è facile dire chi è chi. I piccoli microbirrifici stanno battendo i piedi sui modi intelligenti in cui sono i grandi produttori di birra, sotto la copertura di nomi carini (o marchi di origine secondaria, come vengono talvolta chiamati), commercializzando birre che almeno sembrano attraenti come la schiuma artigianale. Ad esempio, all'inizio di gennaio, l'Oregon Brewers Guild ha criticato un birrificio dell'Oregon di proprietà del produttore di Sam Adams, Boston Beer, per aver etichettato la sua birra prodotta in serie come un microbirrificio dell'Oregon.

Ma anche il leader del settore Anheuser-Busch, produttore di Budweiser, si è unito alla slugfest per lo spazio sugli scaffali e la quota di mercato. Il 25 gennaio, Anheuser-Busch si è unito alla gilda dell'Oregon e ad altri e ha presentato una petizione al Bureau of Alcohol, Tobacco and Firearms per vietare l'uso di nomi commerciali o nomi di birrifici fittizi come Plank Road, Blue Moon e Oregon Ale e Beer Co di Boston Beer. Almeno 17 produttori di birra artigianale, tra cui la Old Dominion Brewing Co., ad Ashburn, in Virginia, hanno approvato la petizione.

Il presidente della Boston Beer, Jim Koch, ha annunciato a sua volta che avrebbe chiesto all'ATF di richiedere la datazione della freschezza e il punto di origine sulle etichette della birra. Ha anche chiesto all'ATF di definire le parole 'microbirrificio' e 'microbirra'.

Un buon punto. Ogni birraio era un 'micro' in una volta. Ma verso la metà degli anni '70, alcune aziende spaventosamente grandi, guidate da Anheuser-Busch, dominavano la produzione di birra negli Stati Uniti. Poi, nel 1976, i primi microbirrifici iniziarono a mordere le caviglie dei colossi nazionali. Venti anni dopo ci sono più di 900 piccole aziende produttrici di birra, che rappresentano il 2% della birra venduta negli Stati Uniti. Il loro volume è cresciuto dal 40 al 50% all'anno per diversi anni. Molti microbirrifici hanno superato lo status di 'micro' - il limite è generalmente considerato di 15.000 barili all'anno (un barile equivale a 31 galloni, o poco meno di 14 casse) - e l'industria ha iniziato a chiamare i suoi membri produttori di birra artigianale, indipendentemente da le loro dimensioni, o anche se producono la birra da soli o si contraggono con un birraio esterno per realizzarla secondo la loro formula.

I birrai artigianali sono definiti dal fatto che i loro prodotti principali sono birre speciali generalmente prodotte senza aggiunte di mais o riso, di solito luppolate più pesantemente delle birre del mercato di massa e talvolta realizzate con ingredienti insoliti, come frutta o spezie. Queste birre divennero note come microbirrifici e il nome rimase con la crescita dei birrifici. Mentre un microbirrificio stesso è definito dalle sue dimensioni, un microbirrificio è ora considerato una birra speciale domestica, indipendentemente da chi lo produce.

I più grandi produttori di birra artigianale - Boston Beer Co. e Pete's Brewing Co. di Palo Alto, California, che produce Pete's Wicked Ale - producono i loro prodotti in birrifici di altre persone, di solito stabilimenti regionali stabiliti con capacità in eccesso. I circa 100 produttori di birra a contratto, come Boston e Pete's, in genere possono acquistare birra da birrifici più efficienti e più grandi per $ 1,44 a $ 2,28 per cassa in meno di quanto costa ai microbirrifici per produrla, secondo uno studio recente.

Nel 1995 Boston Beer e Pete's rappresentavano il 39% delle spedizioni di birra artigianale, con i 925.000 barili di Boston e i 345.000 di Pete. La produzione di Boston Beer è aumentata del 32% rispetto al 1994; Pete ha guadagnato l'89 percento.

Confronta queste cifre con quelle dei giganti. Anheuser-Busch è al primo posto con spedizioni di quasi 88 milioni di barili (44 percento del mercato), seguito da Miller (45 milioni; 23 percento), Coors (20 milioni; 10 percento), Stroh (11 milioni; 5 percento), Heileman (8 milioni; 4 percento) e Pabst (7 milioni; 3 percento). (Stroh ha recentemente accettato di acquistare il travagliato Heileman.)

macchine da caffè nespresso

La quota di mercato del 2% dei produttori di birra artigianale può sembrare una birra piccola, ma ricordate lo slittamento del 2% nelle spedizioni nazionali di birra - a 190 milioni di barili l'anno scorso - e il guadagno di mezzo milione di barili delle importazioni. I birrai artigianali stanno prendendo clienti dai principali produttori di birra e quegli acquirenti non si guardano indietro.

È abbastanza per far pensare in piccolo i grandi birrai. Hanno sperimentato marchi speciali per diversi anni, finora con scarso successo, perché non hanno determinato come commercializzare in modo redditizio quello che, per loro, è un piccolo volume di birra.

Nel 1992 Miller ha lanciato le birre Miller Reserve, forse i primi prodotti speciali seri di un grande produttore di birra. La linea, che comprendeva una ale e una stout, è stata recentemente interrotta. L'azienda ha ottenuto risultati migliori con Red Dog e Icehouse, entrambi commercializzati come prodotti della Plank Road Brewery. Le due birre hanno un sapore solo marginalmente diverso dalle loro compagne di produzione di massa. Plank Road ha venduto 3,5 milioni di barili di Red Dog e Icehouse nel 1995 e ha aggiunto una terza etichetta, Southpaw Light, in alcuni mercati.

Anheuser-Busch è entrata per la prima volta nel gioco della birra artigianale con il suo marchio Elk Mountain. La linea Elk Mountain, che prende il nome dalla fattoria di luppolo dell'Idaho dell'azienda, comprende un'Amber Ale e una Red Lager. Anheuser-Busch sta testando in due mercati una serie di American Originals, prodotti speciali basati sulle ricette utilizzate dall'azienda all'inizio del secolo, con l'obiettivo di 'misurare la loro importanza sulla percezione della qualità totale dell'azienda', secondo August Busch IV. , vicepresidente della gestione del marchio. 'Siamo più che in grado di produrre un prodotto di tipo micro', ha affermato. Anheuser-Busch mette il suo nome su tutti i suoi prodotti.

I grandi produttori di birra hanno anche iniziato ad acquistare birrifici artigianali di successo, dando loro accesso al mercato dei microbirrifici e fornendo ai produttori di birra artigianale l'accesso alle reti di distribuzione dei grandi ragazzi. Attraverso la sua sussidiaria American Specialty and Crafts Beer Co., Miller ha ottenuto partecipazioni nella Celis Brewery ad Austin, Tex., e nella Shipyard Brewery a Portland, nel Maine. Miller possiede anche la Jacob Leinenkugel Brewing Co., una vecchia fabbrica di birra a conduzione familiare a Chippewa Falls, Wis.

filtro per macchina da caffè delonghi

Anheuser-Busch possiede il 25% della quattordicenne Redhook Ale Brewery, un birrificio artigianale che nel 1995 ha prodotto 158.000 barili a Seattle e Woodinville, nello stato di Washington, e sta costruendo un birrificio nel New Hampshire che avrà una capacità di 250.000 barili .

Essendo la parte più calda del segmento più caldo, i produttori di birra a contratto affrontano un maggiore controllo da parte dei produttori di birra 'veri', grandi e piccoli.

La qualità della birra non è il problema. I birrai a contratto possono produrre birra altrettanto buona di quella dei 'veri' birrai. Il problema è l'immagine. Ai consumatori interessa se la birra che acquistano proviene da un microbirrificio o da un grande birrificio? 'A questo punto, non importa ai nuovi consumatori di {microbrew}. Stanno solo cercando quello stile micro', ha detto Walter Martley, acquirente di birra presso il negozio Bread & Circus a Glover Park.

I 'veri birrai' chiariscono che non sono gli stessi produttori di birra a contratto. 'La differenza tra noi e loro è che noi siamo un birrificio e loro sono una società di marketing. Non sono nel nostro settore. Cercano di cancellare quella linea tra noi', ha detto Steve Nordahl, mastro birraio presso la Frederick Brewing Co., a Frederick, Md. Ironia della sorte, Frederick integra la produzione delle sue birre Blue Ridge con un prodotto in bottiglia prodotto su contratto presso la Johnson Beer Co. a Charlotte, NC Ma Nordahl fa notare che sono i suoi che producono la birra da Johnson e che l'etichetta identifica la città in cui viene prodotta la birra. La Frederick Brewing Co. progetta di costruire un nuovo birrificio in modo da poter fare tutta la sua produzione dal proprio stabilimento.

Non tutti i produttori di birra a contratto sono schietti come Nordahl, secondo il presidente di Redhook, Paul Shipman. 'La produzione a contratto è la cocaina del business della birra', ha detto. 'Chi lo fa, lo nega. Poi affermano di averlo sotto controllo. Infine, dicono che va bene in piccole quantità.'

L'Oregon Brewers Guild sta introducendo un logo 'qualità e integrità', disponibile per i suoi membri da utilizzare su etichette e materiali promozionali. Il testo suggerito per accompagnare il logo OBG: 'Questa birra artigianale è stata prodotta secondo i più alti standard di qualità in un autentico birrificio artigianale. Non accettare imitazioni».

Ma apporre un sigillo sull'etichetta di una birra non renderà di per sé il prodotto buono. Barche di birra scadente sono uscite da birrifici 'veri'. Secondo Jerome Chicvara, direttore marketing di Full Sail Brewing Co., Hood River, Oregon, e presidente del gruppo Oregon, i membri della gilda hanno sviluppato un programma informale di pressione tra pari e assistenza per mantenere collettivamente la qualità delle loro birre. 'Noi rendiamo consapevoli dei problemi i nostri collaboratori competitivi. Siamo tutti in questo insieme', ha detto.

Le questioni sollevate da Anheuser-Busch e dalla corporazione dei birrai possono essere risolte in modo molto semplice, ha affermato Chicvara: 'Diciamo al consumatore la verità, tutta la verità e nient'altro che la verità'.

Quando ciò accadrà vedremo se è la bottiglia o cosa c'è dentro che conta. Jim Dorsch, editore di Beer, the Magazine e American Brewer, sta coordinando un corso di quattro settimane su 'Birra e tradizione', a partire dal 20 giugno, per lo Smithsonian Resident Associates Program. DIDASCALIA: Plank Road Brewery, produttore di Red Dog, fa parte di Miller Brewing, ma non lo sapresti dall'etichetta (o dal numero 1-800 sulla scatola). DIDASCALIA: L'Irish Red di George Killian è realizzato secondo la tradizione di George Killian. . . mastri birrai dal 1864.' È davvero di Coors. Didascalia: Boston Beer, produttore di Samuel Adams, è un birrificio artigianale, ma l'anno scorso ha pompato circa 925.000 barili, principalmente in birrifici di altre persone.