Numeri in aumento dei master sommelier di D.C.

Washington, una delle principali destinazioni del vino? Abituati all'idea. La scena del vino locale sta per scoppiare come un tappo di champagne.

caffettiera saeco poemia

La reputazione della città come mecca del vino di alto livello e cuore di una fiorente regione vinicola del Medio Atlantico ha fatto un balzo in avanti il ​​21 maggio, quando Andy Myers e Jarad Slipp sono diventati maestri sommelier. È l'apice della loro professione, raggiunto da solo 219 persone in tutto il mondo, 140 delle quali nelle Americhe. Più astronauti hanno volato nello spazio di quanti sommelier abbiano guadagnato la spilla rossa conferita dal Corte dei Maestri Sommelier . Quella spilla è simile alla stella di un generale o alla spada laser di un Jedi, a seconda della tua generazione.

I modi preferiti dai sommelier di D.C. per riempire un bicchiere celebrativo



Myers, 42 anni, ha diretto il programma del vino al ristorante CityZen del Mandarin Oriental Hotel negli ultimi otto anni. Slipp, 38 anni, è stato direttore del ristorante di CityZen per cinque anni prima di partire alla fine del 2013 per diventare direttore della tenuta presso RdV Vineyards a Delaplane, in Virginia. In qualità di maestro sommelier, sarà in grado di rafforzare la già fiorente reputazione del vino della Virginia tra i ristoranti d'élite del mondo.

Ora ci sono cinque maestri sommelier che lavorano nel settore vinicolo di questa regione. Kathryn Morgan è diventata il primo maestro sommelier autoctono di Washington quattro anni fa. Lavora al programma del vino presso Bryan Voltaggio's Range and Aggio, insieme a Keith Goldston, un nativo della California che ha conseguito il diploma nel 2001. Fran Kysela, un Ohioan che gestisce un'azienda di importazione di vino a Winchester, in Virginia, è diventato un maestro sommelier nel 1989 .

Dovremmo prepararci per di più. Myers e Slipp potrebbero essere l'ondata iniziale di uno tsunami da sommelier. La scena dei ristoranti sempre più professionali di Washington ha generato una cricca di somm dedicati che si stanno facendo strada attraverso il programma a quattro livelli. Insieme ai fiorenti birrifici artigianali e ai famosi mixologist della zona, questi sommelier stanno scuotendo la scena dei ristoranti della capitale della nazione.

Cosa c'è in un titolo? In questo caso, anni di duro lavoro, studio e degustazione di molti dei migliori vini, liquori, birre e sigari del mondo. Sì, sembra affascinante, ma è un'impresa costosa ed estenuante. Il programma del master sommelier è stato definito uno dei più difficili al mondo, incentrato sulla conoscenza del vino, sull'acume di degustazione e sull'eleganza del servizio in un regime che richiede anni per essere completato, con i candidati che in genere tentano la fase finale più volte prima di avere successo - se ci riescono affatto. Myers, che ha lavorato all'Inn at Little Washington a Washington, in Virginia, e al Restaurant Nora prima di CityZen, ha impiegato sette anni per completare il programma, sostenendo cinque volte l'esame di master sommelier per superare tutti e tre i componenti. Stima di aver speso $ 30.000 in libri, quote, viaggi per gli esami e degustazioni di vini.

Slipp ha completato il programma in nove anni, studiando mentre dirigeva il ristorante Nectar a Foggy Bottom, quindi lavorando con Gordon Ramsay a Londra e Fabio Trabocchi a New York prima di tornare a lavorare a CityZen.

Myers attribuisce il merito al defunto Mike Tilch, co-proprietario di Silesia Liquors a Fort Washington, Md., per averlo ispirato a lavorare per il diploma di maestro sommelier.

Avevo appena superato [il secondo livello] e non ero sicuro di voler continuare, ma Mike senza mezzi termini mi ha detto che dovevo a me stesso e ai miei clienti diventare il miglior sommelier che potessi essere, ricorda Myers. E quando Mike Tilch ti dice di fare qualcosa, tu la fai. Quando ho provato la prima volta e ho fallito, ho detto: 'Gioco avanti. Questa è una sfida.' Non lo definirei divertente, ma è una sfida molto rinvigorente.

Se hai l'immagine di un sommelier come uno snob del Vecchio Mondo, considera che Myers è conosciuto in città quasi altrettanto per il suo amore per la musica heavy metal e per la sua body art. Al Virginia Wine Summit di Richmond lo scorso ottobre, si è presentato a un pubblico di esperti dicendo: Il mio obiettivo è diventare il maestro sommelier più tatuato del mondo.

Fatto e fatto! ha detto la scorsa settimana.

Il programma di master sommelier è stato oggetto di critiche negli ultimi anni perché così pochi nuovi maestri vengono incoronati. Solo cinque dei 65 candidati che hanno sostenuto il test questa volta ad Aspen hanno avuto successo. Oltre a Slipp e Myers, c'erano Alexander LaPratt e Pascaline Lepeltier di New York e Lindsey Whipple di Las Vegas. Lo stress e la tensione degli esami sono stati descritti nel lungometraggio Somm dello scorso anno e, a ottobre, il tribunale, con sede a Londra, ha annunciato modifiche procedurali volte ad alleviare parte della pressione sui candidati avanzati e master.

I candidati master locali che hanno raggiunto il terzo livello e sfoggiano la spilla verde di un sommelier avanzato includono Elli Benchimol di Range; Jennifer Knowles di Fiola Mare (recentemente dell'Inn at Little Washington); David Denton di Charlie Palmer Steak; il manager del bar CityZen David Kurka; Winn Roberton di Bourbon Steak ; Erik Segelbaum di Le Diplomate, Matthew Carroll di Brabo ad Alessandria, Julie Dalton di Wit & Wisdom a Baltimora; e John Filkins di Potomac Selections, un importatore di vino. Molti altri si sono guadagnati la spilla viola di sommelier certificato, il secondo livello.

Altri si sono trasferiti da Washington dopo aver proseguito i loro studi sul vino qui. Carlton McCoy apprendista sotto Myers a CityZen prima di assumere la posizione di primo sommelier al Little Nell di Aspen. È diventato un maestro sommelier l'anno scorso. Jill Zimorski, precedentemente al Cafe Atlantico e Volt, ora al Little Nell, e Michael Scaffidi, ex Plume al Jefferson Hotel e ora con Union Square Restaurant Group a New York, sono sommelier avanzati. Anche John Wabeck, diventato chef, ora con il ristorante Spoon di Pittsburgh, è avanzato.

L'ampio interesse locale per il programma ha spinto la corte a tenere i suoi esami introduttivi, certificati e di livello avanzato a Washington per la prima volta nel 2012.

Morgan ricorda che quando ha superato il livello avanzato nel 2003, nessuno da queste parti sapeva cosa fosse. Quello fu l'anno in cui Goldston si trasferì a Washington per dirigere il programma del vino al Charlie Palmer Steak, dove Bryan Voltaggio era lo chef. Ha iniziato a fare da mentore a Morgan, Wabeck e ad alcuni altri studenti interessati. Dopo che Goldston è tornato in California alla fine del 2004 (è tornato per aiutare ad aprire Range nel 2012), Morgan e Wabeck hanno continuato le sessioni di prove, che presto includevano Slipp e Myers. Ogni settimana imitavano la parte di degustazione dell'esame. (I candidati devono analizzare sei vini in 25 minuti, indovinando i vitigni, il luogo di origine e l'annata e analizzando caratteristiche come struttura, acidità e corpo. Nessun dettaglio è troppo piccolo, anche il colore del vino vale un punto.)

Morgan ha ampliato lo sforzo per tre anni dopo aver guadagnato la sua spilla rossa, con sessioni bisettimanali e più di 30 persone che partecipano in vari momenti. Oggi Myers è il tutor principale, uno sforzo che intende continuare. Ha stimato che lui e Slipp hanno praticato circa 600 degustazioni alla cieca per prepararsi all'esame di degustazione di 25 minuti.

Il mentoring viene naturale per Myers, afferma Eric Ziebold, executive chef di CityZen. Probabilmente metà del mio personale di servizio ha frequentato almeno il livello introduttivo del programma per sommelier, dice. Il mio sous-chef ha fatto il livello due e il nostro bar manager il livello tre. A tutti piace interrogare Andy sui vini.

Myers chiama il vino una bellissima conversazione tra il cielo e la terra facilitata dalle mani dell'uomo. I sommelier sono solo testimoni e scribi premurosi e attenti, interpreti di quella conversazione per commensali che vogliono solo divertirsi, dimenticare la loro inevitabile mortalità e bere qualcosa di gustoso.

Molti maestri sommelier lasciano il lavoro di ristorazione a tempo pieno e diventano consulenti. Myers dice di immaginare altri cinque o dieci anni di lavoro al CityZen. Nel momento in cui consegna le chiavi della cantina, potrebbero esserci diversi maestri sommelier che si candidano per il suo lavoro.

Francamente, questi ragazzini che vengono dietro di me sono terrificanti, perché la loro teoria è forte, la loro degustazione è forte e hanno la spinta, dice Myers dei suoi studenti. Vogliono davvero portare il loro mestiere ad un altro livello. Vedo una quantità incredibile di talenti a Washington in questo momento.

McIntyre blog su dmwineline.com . Su Twitter: @dmwine .

Una versione precedente di questo articolo conteneva in modo errato il cognome di Winn Roberton di Bourbon Steak e il nome di Fabio Trabocchi.

quali capsule sono adatte per caffitaly