Ho accettato la sfida del vino millenario e ho trovato un custode o due


La pianificatrice finanziaria Jena Palisoul assaggia un vino bianco durante una lezione di finanza abbinata a una degustazione di vini presso la Society of Grownups, una società di educazione finanziaria nell'area di Boston che utilizza una caffetteria e l'atmosfera di un club di cena per aiutare ad attirare i millennial. (Josh Reynolds/per TEQUILA)

Che ne dici di una storia sui vini hipster per l'estate? ha chiesto Tom Madrecki via e-mail. La parola hipster ha catturato il mio interesse più dei vini per l'estate, perché implicava una preferenza generazionale e la possibilità che mi mancasse una fascia demografica importante e le sue preferenze nel vino.

Madrecki, 27 anni, è lo chef dietro Vin de Chez, un ristorante pop-up che è apparso durante i mesi estivi in ​​un parcheggio a nord-est di Washington fino a quando lo spazio non è stato sviluppato e che ora organizza eventi occasionali. Mi ha invitato nel suo appartamento a Capitol Hill per incontrare una dozzina di suoi amici e assaggiare alcuni dei suoi vini preferiti.

[ Millennials e vino, un rapporto bizzarro ]



Era un afoso pomeriggio di giugno che alternava un sole splendente e acquazzoni improvvisi. Il nostro ospite aveva diversi rossi e un rosé, tutti francesi, rilassati nel suo frigorifero.

Madrecki dice che preferisce i vini con un approccio guidato dal cibo, che descrive come vini ad alta acidità e bassa gradazione alcolica fatti con poco zolfo - i cosiddetti vini naturali. E cerca bottiglie che costino meno di $ 20, che riflettano la sua età e il desiderio di trovare vini interessanti che non stressino il conto in banca.

Amo il Borgogna bianco e gli champagne coltivati. Ma non posso permettermeli, mi ha detto Madrecki. Quindi sono bloccato con i vini funky della Loira.

Tali vini sono i beniamini del set di vini naturali, popolari soprattutto nelle enoteche e nei ristoranti di Parigi, New York e San Francisco. Sono l'antitesi di vini potenti, estratti, legnosi che tendono a dominare con punteggi alti e recensioni nelle principali riviste di vino. Sono anche difficili da trovare, perché il mercato preferisce quei vini ad alto punteggio. Madrecki dice che fa acquisti principalmente da MacArthur Beverages e Weygandt Wines nel distretto; ordina anche da Chambers Street Wines a New York e da Paris Wine, specializzata in vini francesi artigianali di nicchia. Nei ristoranti locali, trova quello stile di vino da Red Hen, Etto e Ripple nel distretto.

doppio espresso

Le selezioni quel giorno includevano un rosé deliziosamente sapido e profumato alla fragola di Fabien Jouves chiamato À Table!!!, un sentimento che incarna la preferenza di Madrecki per i vini adatti al cibo.

L'acidità di questi vini li aiuta ad abbinarsi bene con i cibi, ha spiegato. Ma poiché sono a basso contenuto di alcol, puoi continuare a berli. Non che l'idea sia quella di ubriacarsi, ma si può essere socievoli senza aprire un vino 'serio'.

La bassa gradazione alcolica è un punto critico nel vino di questi tempi. Molti scrittori di vino, me compreso, hanno esortato i produttori di vino ad allontanarsi dallo stile potente popolare negli ultimi due decenni a favore di armonia ed equilibrio, frutta piuttosto che legno o alcol. Molti enologi si sono uniti al coro per vini più equilibrati. Aderente al potente contrasto stilistico che la ricerca dell'equilibrio si traduce in vini poco maturi e vegetali.

come fare il caffè con il latte in turk

Alcuni dei vini che ho degustato di recente che si sforzano di essere rappresentativi di questo nuovo stile a bassa gradazione alcolica, infatti, sono stati spiacevolmente astringenti. Madrecki ha aperto un poulsard, il più oscuro dei vini francesi e un distintivo d'onore per gli appassionati di vino naturale. L'ho trovato imbevibile insipido.

Eppure sono rimasto estasiato da un pinot nero leggero ed effimero chiamato Les Collines Rouges della Touraine, nella Valle della Loira, di Complices de Loire. Di colore quasi rosa, ha portato sapori di frutta luminosi di pinot a un finale lungo e soddisfacente. Grande Borgogna? No. Ma viene venduto al dettaglio per $ 13, ed è un valore dinamite. Mi sono anche innamorato dell'Eric Texier Chat Fou Côtes du Rhône, che presentava il carattere floreale dei vini del Rhône, ma con un naso gallico alle idee convenzionali di come dovrebbe essere il vino. E una mondeuse di Denis e Didier Berthollier, della Savoia, nel sud-est della Francia, sapeva di ciliegie scure e fumo di legna, un incantevole sentore di foresta di montagna a una confortevole gradazione alcolica di 12,5%.

Cosa ne pensano gli amici di Madrecki di questi vini? Alcuni gusti andavano più verso i vini tradizionali, anche di fascia alta, e altri no.

Trovare qualcosa di buono con un budget è un fattore importante quando compro vini, ha detto Jackie Foster, 26 anni, che lavora per una società di consulenza nel distretto.

Justin Mullen, 27 anni, cerca la bevibilità, qualcosa che vada oltre il normale vino a buon mercato. Lui e Foster hanno detto che fanno acquisti principalmente al Whole Foods Market, Trader Joe's e Cordial Fine Wine & Spirits presso Union Market.

Questi non sono vini per la cantina. Li bevi e ne compri ancora, ha detto Michael Lewis, 32 anni, avvocato. Trova questo stile di vino particolarmente attraente in estate, quando è difficile bere rossi densi e concentrati. Tuttavia, gli piacciono chiaramente i vini più classici, come ho scoperto quando si è lanciato in un'ampia discussione sulle recenti annate della Borgogna con Jeremiah Paskus, 29 anni, che nel classico stile di Washington era a disagio nel descrivere ciò che fa per vivere. Alla fine ha optato per qualcosa come il neuroscienziato clinico di ricerca. Sia Lewis che Paskus hanno vaste collezioni di vini in deposito, ma bevono vini meno seri su base giornaliera.

Questi vini sono facilmente bevibili e non richiedono molti investimenti intellettuali, ha detto Paskus delle selezioni di Madrecki. E prima che tu te ne accorga, la bottiglia è sparita.

McIntyre blog su dmwineline.com . Su Twitter: @dmwine .