Jim Law di Linden Vineyards: l'oracolo dell'industria vinicola della Virginia segna 30 anni

Jim Law prese a calci il tronco di un vitigno di chardonnay come se stesse controllando le gomme di un trattore. Le vecchie viti e i vecchi tronchi sono un po' nodosi e cadono a pezzi, ma questi ragazzi se ne andranno per sempre se ti prendi cura di loro, ha detto. Dico spesso che con le vecchie vigne passiamo molto tempo in ginocchio. Questo non è pregare; questo è abbatterli, ripulirli e prendersene cura.

Si inginocchiò e tagliò via qualche escrescenza estranea ai piedi della vite. Poi guardò con affetto il legno nodoso e pronunciò il tipo di affermazione che lo ha reso l'oracolo dell'industria vinicola della Virginia: non sembrano molto carini, ma hanno una buona saggezza, se vuoi.

Un vento freddo soffiò lungo il pendio quel giorno di fine febbraio, mentre Law si prendeva una pausa dalla sua potatura invernale. Le viti non avevano ancora iniziato la crescita che sarebbe stata la loro trentesima stagione e un anniversario per uno dei viticoltori più influenti dello stato. Durante quella generazione, grazie in gran parte a Law, Virginia è passata dall'avere una manciata di aziende vinicole a vantarne quasi 300, mentre la sua reputazione è passata da quella di semplice curiosità a quella di attirare l'attenzione nazionale e persino internazionale per l'alta qualità.



Rimangono solo pochi filari di queste viti più antiche, le prime che Law, 59 anni, ha piantato mezza vita fa nell'aprile 1985 su quello che lui chiama Hardscrabble, sui terreni dei suoi Linden Vineyards, a sud-est di Front Royal. La legge ha reso la sua vocazione di vita coltivare quelle viti e la loro saggezza. La terra parla attraverso la vite e l'obiettivo di Law è interpretare quel messaggio nel vino.

Ogni vigneto parla un dialetto diverso. Law piantò otto acri quel primo anno, con chardonnay, vidal, seyval blanc, cabernet sauvignon e cabernet franc. Rimangono solo lo chardonnay e il vidal. Oggi, Hardscrabble ha 20 acri piantati a vigneto, con le varietà a bacca rossa più in alto sulla collina, su pendii più ripidi con terreni ben drenati e bianchi su terreni con più argilla.

come si chiama la lattiera speciale

Law ha fatto di più che coltivare le viti: ha allevato altri viticoltori, alcuni dei quali ora sono tra i più celebri della Virginia. Jeff White di Glen Manor Vineyards, Rutger de Vink e Joshua Grainer di Appuntamento Vigneti e Jim Dolphin di Delaplane Cellars hanno lavorato a Linden a vario titolo mentre sviluppavano le proprie aziende vinicole.

A poche decine di metri di distanza, Law mi ha mostrato un appezzamento di viti più giovani. Erano molto più vicini tra loro rispetto ai filari più vecchi, piantati a 2.000 viti per acro invece di 800. Sono stati anche addestrati molto più in basso rispetto al terreno, per consentire a più chiome di foglie di crescere sopra l'uva, ha spiegato. Ha reciso il legno morto del 2013 da una delle viti, lasciando solo uno sperone e un bastone per la crescita di quest'anno.

Le viti giovani sono molto più facili da potare, perché sono ben educate, ha detto. Non hanno ancora la loro personalità.

La legge è pacata e non spreca parole. Il suo viso rubicondo da contadino è perennemente increspato da un sorriso, e tiene i suoi capelli rosso chiaro in una corta coda di cavallo. Se il viaggio nel tempo fosse possibile, una serata ascoltando Jim Law discutere di viticoltura con Thomas Jefferson sarebbe il sogno di un enofilo della Virginia.

affitto di una macchina da caffè yekaterinburg

Vecchio e nuovo convivono in Hardscrabble. Questo è più di un vigneto; è il laboratorio di Law, dove ha sperimentato i vitigni, strappando le viti e piantando nuovi filari in direzioni diverse con le viti più vicine. Ha cambiato i metodi di allevamento dal sistema a lira al doppio tendone di Ginevra al posizionamento verticale dei tralci, sempre alla ricerca di modi per aiutare l'uva a maturare e le viti a rimanere sane. Ha combattuto la malattia: molte di quelle viti originali di chardonnay sono state vittime del giallo della vite, una malattia trasmessa dagli insetti che fa appassire la vite dall'interno.

Law è stato anche uno dei primi sostenitori dei vini designati ai vigneti, una tendenza sempre più popolare in Virginia. Oltre al suo chardonnay e a una miscela rossa di Hardscrabble, produce vini con uve provenienti da altri due vigneti: Boisseau, di proprietà di Richard Boisseau, a Front Royal, e Avenius, di proprietà di Shari Avenius, che è il direttore della cantina di Linden e altro significativo di Law .

La costante sperimentazione è qualcosa che distingue Jim da molti viticoltori meno pratici, afferma Tony Wolf, viticoltore presso l'estensione agricola della Virginia Tech a Winchester. Wolf attribuisce a Law il merito di aver aiutato la ricerca di Tech sulla gestione dei parassiti.

La legge è tanto un insegnante quanto un agricoltore. Ha trascorso due anni nei Peace Corps negli anni '70 insegnando agricoltura in quello che oggi è il Congo prima di tornare nel suo nativo Ohio e lavorare in un'azienda vinicola. I vini che ha contribuito a produrre erano dolci. È venuto in Virginia alla ricerca di un posto dove vendere vino più secco a una clientela urbana. Scherziamo ancora sui vini di campagna contro i vini di città, dice. Volevo fare vini di città.

Nei primi anni coltivava mele antiche e altri frutti per coprire i costi della sua agricoltura. Oggi Linden si dedica esclusivamente alla produzione di vino. Per diversi anni ha tenuto corsi di viticoltura al Linden per aspiranti proprietari di cantine e scrive regolarmente per pubblicazioni di settore.

capsule squesito

C'è stata polemica. Law è franco nella sua convinzione che le aziende vinicole dovrebbero sforzarsi di produrre vino di alta qualità e non essere luoghi per matrimoni o concerti, una visione che ha fatto arrabbiare altri proprietari di aziende vinicole. Mentre è spesso nella sala di degustazione a salutare i clienti, scoraggia gli occasionali tramogge della cantina che cercano di ottenere un ronzio rifiutando i grandi gruppi e riservando il portico della cantina per i clienti abituali che acquistano almeno una cassa di vino all'anno.

Tuttavia, la sua influenza è diffusa.

Per parafrasare le vecchie pubblicità di E.F. Hutton, quando parla Jim Law, altri viticoltori ascoltano, dice Dolphin, che consulta regolarmente Law sui problemi che lo assillano nella vigna. Sanno che ne sa più di chiunque altro nella stanza. Penso che avrà più influenza sull'industria vinicola della Virginia poiché le persone che lavorano con lui escono da sole. Questa sarà la sua eredità.

macchina da caffè a capsule dolce gusto

Jim metteva sempre piccole note sul muro sopra la sua scrivania con una frase, ricorda White, che ha lavorato alla Linden dal 1993 al 2005 mentre piantava il proprio vigneto nella fattoria di famiglia a sud di Front Royal. Un anno era una busta su cui scriveva 'spingi', come in 'spingi la busta'. Quest'anno, vedo che ha sul suo sito Web, 'mai contento'. Immagino che sia la sua frase per quest'anno.

Per un decennio, White ha venduto le sue uve a Linden, dove Law ha prodotto una miscela rossa designata da Glen Manor, un sauvignon blanc e uno chardonnay. (Anche i vitigni di chardonnay di White sono caduti preda dei gialli della vite, e li ha strappati nel 2001 e piantato altre varietà.) Dal lancio di Glen Manor Vineyards nel 2007, White ha vinto consensi - tra cui la Virginia Governor's Cup del 2012 - per il suo sauvignon blanc, petit manseng e miscele rosse. Come Law, preferisce i vigneti su pendii ripidi per un migliore drenaggio dell'acqua.

Mentre lavoravo lì, non solo ho imparato a coltivare l'uva e a fare il vino, ma ho anche imparato che sapore ha un grande vino, dice White, ricordando le regolari degustazioni in cui Law e il suo team aprivano diversi vini da tutto il mondo per confrontare.

De Vink, di RdV Vineyards, classifica Law con Luca Paschina, enologo di Barboursville Vineyards, come le due persone chiave nel vino della Virginia. Stanno sempre sperimentando i loro siti, cercando il posto migliore per ogni varietà, dice de Vink. Ha viaggiato con Law in Francia e Spagna per visitare i produttori di vino e imparare le tecniche.

Se assaggi diverse annate dei suoi vini, dirai che invecchiano bene, dice de Vink. Ma ti accorgerai anche che i suoi vini sono migliorati negli ultimi anni.

Quando si avvicina ai 60 anni, Law ha iniziato a pensare alla prossima generazione. C'è un piano, ma le persone non sono a posto, dice. Sua figlia, Samantha, 25 anni, lo ha seguito nei Peace Corps e presto finirà il suo tour in Africa. Ma non la sto incoraggiando a tornare, ancora.

comprare una macchina da caffè per una caffetteria

Per ora Law è intento a tradurre quel messaggio dalla sua vigna. Mai contento, sta ancora ripiantando le viti e perfezionando la sua operazione, compresa la costruzione di un nuovo edificio per ospitare le sue attrezzature agricole e apportare miglioramenti alla sala di degustazione.

Sono di fretta, perché, sai, sto crescendo di età, quindi non mi restano molti anni. So dove posso fare di meglio, ma questo significa ripiantare e ricominciare da capo nel vigneto, quindi abbiamo questo piano piuttosto intenso di estirpare le viti e ripiantare. Se qualcosa non funziona, semplicemente non lo farò.

Nonostante l'urgenza, rimane paziente. Ho imparato che quando pianti una vigna, la pianti per quando le viti hanno 20 anni, non quando hanno sei anni, dice. Consentire alle viti giovani di esprimere il loro vigore ha portato alla malattia del legno dopo la loro adolescenza. I suoi ex studenti e altri che prestano attenzione hanno beneficiato di questa conoscenza quando hanno piantato i loro vigneti.

Capiscono da una generazione di esperienza, dice Law. Non è che io sia migliore di chiunque altro. Ho appena commesso degli errori.

McIntyre blog su dmwineline.com . Su Twitter: @dmwine .