Recensione La Puerta Verde: vero spirito messicano a Ivy City


Il bar di La Puerta Verde dello chef Carlos Camacho a Ivy City. (Dixie D. Vereen / Per TEQUILA)

Carlos Camacho aveva 5 anni e viveva a Cuernavaca, la capitale di Morelos, in Messico, quando sua madre lo mise sul bancone della cucina e gli mostrò come usare un mortaio e un pestello per fare la salsa.

Gli uomini hanno bisogno di saper cucinare, ricorda che lei gliel'ha detto - non importa se suo nonno ha scherzato sul fatto che l'esposizione precoce alla cucina potrebbe trasformarlo in una donna.

Fortunatamente per i chowhounds di Washington, Camacho è rimasto con la cucina, continuando a lavorare per i Great American Restaurants nel nord della Virginia e in diverse sedi dello chef Geoff nella zona. Da metà gennaio, taglia e griglia al nuovo La porta verde (The Green Door), l'ennesimo punteggio del Mindful Restaurant Group nella fiorente Ivy City. (I vicini del nuovo arrivato includono Ari's Diner e Denson Liquor Bar, anche lui dell'imprenditore Ari Gejdenson. E sì, la porta del ristorante è davvero verde, un colore che significa speranza in Messico, spiega lo chef.)




Carne Arrachera: Bistecca di manzo alla griglia, chorizo, pala di cactus, tomatillo, cipollotto, queso fresco e jalapeno - a La Puerta Verde. (Dixie D. Vereen/Per TEQUILA)
Taco di pesce: merluzzo fritto in crosta di cumino con insalata di mango, salsa di avocado e tomatillo, sinistra e salsa chile de arbol - a La Puerta Verde. (Dixie D. Vereen / Per TEQUILA)

Il ristorante messicano è la prima volta nella sua carriera ventennale che Camacho riesce a servire parte del cibo con cui è cresciuto. L'executive chef, 39 anni, rappresenta più della metà del menu di La Puerta Verde che coinvolge i ricordi della cucina di sua madre o cibo che serve ad amici e parenti a casa. Il lotto comprende tortillas di mais fatte a mano e pesce intero alla griglia (tipicamente branzino striato) servito con salsa di peperoncino arrosto.

Un cheat sheet potrebbe iniziare con guacamole fatto con avocado leggermente grigliati, da cui l'accenno di fumo nel purè, e tacos di merluzzo fritto, pesce al vapore abbinato a insalata di mango fresca. Questo è, per la maggior parte, cibo che ti sveglia. Il chile relleno ripieno di mais arrosto e formaggio di Oaxaca si siede su un pool di salsa di pomodoro arrosto, mordendo con serrano, mentre la bistecca alla griglia si gonfia di sapore grazie alla sua marinata di birra, senape e aglio. Fette spesse di pollo arrosto beneficiano di una deliziosa salsa verde stuzzicata da pepitas tostate, tomatillos verdi, epazote e altro ancora. Con gli antipasti arrivano soffice riso al coriandolo e fagioli neri e fagioli charro, quest'ultimo condito con chorizo ​​e prosciutto.

Un consiglio: è meglio ordinare pochi piatti alla volta. I piatti sfrecciano dalla cucina. Una cucina di questo calibro merita un piacevole apprezzamento.

Costruito in parte con container, l'ambientazione di questo cibo vivace è uno degli sfondi più allettanti della zona per il messicano. Inondata di fantasiose piastrelle Talavera e vestita con tappeti intrecciati, la sala da pranzo ti dà un senso di luogo nel momento in cui varchi la porta. Una lunga trave in acciaio è dotata di piani in legno che possono scivolare insieme per diventare un lungo tavolo o essere separati in otto discreti piani per mangiare.

Camacho ha come sous-chef qualcuno che conosce da decenni. Lascia che sia sua sorella, Yuri Camacho, 36 anni, a correggere tutto ciò che non ha il sapore di casa.

2001 Fenwick St. NE. 202 290-1875. lapuertaverdedc.com . Antipasti, $ 18 a $ 28.