Moby, il non cuoco

Un uomo magro e calvo con degli occhiali geek è seduto fuori da un caffè in un caldo pomeriggio di primavera nel Lower East Side di Manhattan, attirando l'attenzione di un parchimetro. Il ristorante è pieno zeppo di persone che mangiano delicati panini al tè e dessert cremosi, sorseggiando una limonata alla lavanda e versando marmellata appiccicosa su focaccine. A loro piacciono il cibo e gli amici, non il piccoletto alla loro sinistra.

Ma il signore dall'altra parte della strada, puntando una telecamera in questo modo, allude alla celebrità che fa la scena, e quelli che sanno, sanno che è Moby: innovatore musicale, produttore di tè freddo in bottiglia, ristoratore, vegano e autore di libri di cucina appena coniati. Proprio come i suoi due negozi di tè vegetariani Teany ('Tea' + 'NY' = piccolo caffè a New York City), l'occhialuto Moby è sobrio, disinvolto e freddo come un mojito allo champagne.

'Per quanto poco rock and roll' possa sembrare, dice, seduto su una panchina fuori da Rivington Street Teany, 'è sempre stato un mio sogno aprire un piccolo negozio di tè'.



Dal 1993, l'artista electro-pop di 39 anni ha venduto più di 15 milioni di dischi. La sua musica è stata parte di uno spot automobilistico e delle Olimpiadi invernali del 2002, e spesso trascorre fino a nove mesi all'anno in tournée.

siamo 3000 b

Ma Moby, alias Richard Melville Hall, un discendente dell'autore di 'Moby Dick' Herman Melville, evita le comuni abitudini malsane delle rockstar on the road. Vegano dalla fine degli anni '80, preferisce disintossicarsi con tè antiossidanti e la sua avventura nel cibo e nelle bevande promuove questo stile di vita più attento alla salute.

Quattro anni fa, Moby e la sua allora fidanzata, l'attuale socia in affari Kelly Tisdale, stavano avvertendo gli effetti del mattino dopo di alcune feste notturne quando hanno avuto una rivelazione. New York aveva bisogno di 'un negozio di tè vegetariano che offrisse un ottimo cibo per i postumi della sbornia', come spiegano in 'Teany Book' (Viking Studio, $ 16,95), descritto dai suoi autori come 'storie, cibo, romanticismo, cartoni animati e, naturalmente, tè'. .'

'Non avevo mai sentito parlare di una casa da tè vegetariana prima', dice il vegetariano Tisdale, 28 anni. 'Trovi case da tè inglesi o anglofile o case a tema asiatico. Ma non trovi davvero una casa da tè americana che vuole solo avere tutti i tipi di tè, fa appello al Joe medio che entra.'

I loro caffè Teany, che sono ristoranti con posti a sedere con cibo da asporto, e il nuovo libro hanno anche uno scopo secondario: servire cibo vegetariano innovativo con attrazione onnivora. 'Un ristorante vegetariano dove anche i mangiatori di carne sono felici', dice Moby.

Entrambi i caffè preparano 98 tipi di tè, tra cui la tradizionale colazione irlandese e i tè palliativi per allergie e influenza. Il menu offre anche piatti vegetariani 'sicuri', come formaggio di capra e insalata di carciofi, e antipasti più avventurosi come l'insalata dello chef con pancetta tempeh (a base di soia), tofu affumicato e finto tacchino. Per allontanare ulteriormente i mangiatori di carne, c'è anche un'insalata di pollo vegana e un club 'non tacchino'.

L'enfasi di Moby sul cibo vegetariano e sul tè – che insieme non hanno il fascino di massa di, diciamo, un hamburger e una caraffa di soda del Planet Hollywood – rende questo progetto di celebrità un'anomalia tra le imprese alimentari affiliate alle star. Teany è diventato più un ritrovo di quartiere che una destinazione per i fan.

'La prima volta che sono venuta a Teany, è stato grazie a Moby', dice Vladimira Drapalova, 25 anni, che vive a New York ma è cresciuta a Praga, dove i negozi di tè sono comuni quanto Starbucks negli Stati Uniti. 'Ma sono tornato quattro o cinque volte negli ultimi due mesi per il tè e le insalate.'

Il granello di un caffè in Rivington Street può ospitare circa 30 persone all'interno e all'esterno, compreso uno spazio incavato sul marciapiede con piante pendenti e barattoli di menta. (Il secondo Teany ha aperto di recente alla libreria McNally Robinson in Prince Street ed è più o meno lo stesso dell'originale.) Il personale scarno prepara il cibo in una cucina a forma di gomito non più grande del bagno del caffè. Fortunatamente non ci sono attrezzature grandi e pesanti da manovrare: solo un tostapane commerciale, una macchina per caffè espresso, una caffettiera, un forno a microonde e un tagliere lungo quanto una stringa di grembiule. Le zuppe, il peperoncino e i piatti più complessi come il rarebit gallese sono preparati nell'area da asporto accanto, su un fornello a induzione e un tostapane aperto a due piani. Non c'è il forno, quindi i prodotti da forno vegani sono in outsourcing.

'È difficile. È una sfida', afferma l'assistente chef Michael Yi, 26 anni, a proposito delle limitate attrezzature da cucina. 'Ma mi ci sono abituato.'

Teany non urla Moby. Le sue pareti verde avocado non mostrano poster Teen Beat, e una miscela eclettica di musica indie e spettacoli pop retrò in sottofondo: i brani Moby sono vietati. 'Sarebbe fonte di distrazione', dice. Ma le preferenze culinarie di Moby e i principi dei diritti degli animali informano il menu, anche se ammette di non essere un cuoco.

Ecco come funziona la partnership Teany: Tisdale sviluppa ricette e crea piatti. È stata allevata da una madre macrobiotica alla moda nel Massachusetts e conosce il tempeh dal seitan, entrambi sostituti della carne ad alto contenuto proteico.

Moby prepara le bevande, si occupa dei tavoli occasionali e mangia e basta. Non ha privilegi di cucina: 'Qualsiasi abilità di cucina rudimentale io abbia sono abilità di cucina da scapolo', dice. Moby si considera un prodotto della generazione dei pasti a microonde, avendo mangiato fast food di ogni genere e, quando viveva da solo in una fabbrica abbandonata del Connecticut, qualsiasi cosa economica che potesse essere fatta su una piastra elettrica.

Durante i suoi 13 anni in tournée, Moby ha assistito a una rinascita del cibo e dei ristoranti vegetariani. Ora esibendosi in Europa, il musicista dice che non ha problemi a trovare una cucina vegana creativa lì. I suoi unici punti critici: Russia e Grecia.

Quando torna a Manhattan, Moby fa di Teany una delle sue prime incursioni. Ma non perché mangia gratis. Anche dopo aver assaggiato il buffet del mondo, Moby desidera ardentemente un assaggio di casa, che per lui sta tra due pezzi di pane francese, con strati di tapenade di olive, pomodoro, peperone, rucola e basilico.

'Non avevo fame', dice, dopo aver parlato della versione di pan bagna del suo caffè. 'Ma ora lo sono.'

'Ti mando a casa con uno', dice Tisdale.

Andrea Sachs è un copy editor per la sezione Travel di The Post.

Il musicista-ristoratore Moby con la sua compagna, Kelly Tisdale, e il suo panino preferito, la versione di un pan bagna di Teany, all'apertura del loro secondo caffè a New York. portare fuori. Moby, mostrato di seguito a un'esibizione a New York l'anno scorso, prepara le bevande, si occupa dei tavoli occasionali e mangia e basta.

philips serie 3100