Assaggiare la tradizione dello shaker

Prima della guerra civile, i giardini dello Shaker Village a Pleasant Hill, Ky., ospitavano fino a 500 fanatici religiosi che credevano nel celibato, nella separazione dal mondo e nella comunità dei beni. Spara, non hanno nemmeno parlato a tavola.

E data l'abbondante selezione di cibo a quei tavoli, è facile capire perché. L'ambiente austero degli Shaker - sedie con schienale a pioli, semplici applique alle pareti, tavoli semplici e utilitaristici - crea l'atmosfera per il cibo buono, semplice e del sud al suo meglio.

Le colonie Shaker sono scomparse, vittime della filosofia stringente. Ma l'eredità culinaria sopravvive al ristorante Shakertown di Pleasant Hill, nel villaggio restaurato, dove donne vestite con cuffie e abiti semplici accolgono gli ospiti con cesti di bastoncini di mais caldi. Più tardi, le donne passano grandi piatti in ceramica bianca di insalata di cavolo, budino di mais, mele al forno e crema di piselli, stile casalingo, per accompagnare un antipasto, che potrebbe essere arrosto di manzo, prosciutto di campagna o pesce leggermente fritto.



Non si può dire che il cibo allo Shakertown sia perfettamente puro. Sfogliando i due libri di cucina Shaker prodotti dal comitato storico di Pleasant Hill, si notano ricette che richiedono zuppa di funghi in scatola o condimenti per insalata preparati. Ma i cibi escono freschi dal forno - il proverbiale bollente - niente è troppo ed è probabilmente uno degli ultimi ristoranti in cui un bicchiere di latte intero freddo sembra a proprio agio con il pasto.

Il piatto Shaker più famoso è la torta al limone, che è difficile da duplicare, forse perché il tour attraverso gli edifici Shaker stimola l'appetito fino al tono giusto per la torta; forse perché gli operai in cucina sanno quanto sottili si tagliano i limoni. Una cosa che aiuta è consentire al contenuto del riempimento di fissarsi durante la notte.

Il seguente pasto Shaker può essere riprodotto con un rapido viaggio attraverso la corsia di sorpasso del supermercato locale, a patto di avere sullo scaffale di casa farina, zucchero, sale, pepe e burro/o olio. Ti chiediamo di creare la tua crosta di torta (e di utilizzare grasso vegetale per sostituire parte del burro nella crosta di torta, se ce l'hai). Una crosta commerciale può sostituire un sacrificio in sapore, consistenza ed estasi. ELENCO CORSIE ESPRESSE: filetti di pesce, mais, uova, latte, cavolo riccio, stinco, limoni. SHAKER FISH (4 porzioni) Filetti di pesce da 1 1/4 a 1 1/2 libbre (filetti di trota o persico, ad esempio 1 uovo sbattuto con 1/2 tazza di latte Farina Olio vegetale

Tagliare i filetti in porzioni da portata. Passare nel composto di uova, poi nella farina per infarinare bene. Refrigerare fino al momento di friggere. Scaldare 1 pollice di olio in una padella larga fino a quando è molto caldo. Friggere il pesce finché non diventa croccante (per la trota o il pesce persico, ci vogliono circa 5 minuti). Servire subito. BUDINO DI MAIS SHAKER (da 4 a 6 persone) 3 cucchiai di burro 2 cucchiai di zucchero 2 cucchiai di farina 1/2 cucchiaino di sale 3 uova 1 3/4 di tazza di latte 2 tazze di mais (fresco, congelato o in scatola, sgocciolato)

Mescolare burro, zucchero, farina e sale. Aggiungere le uova e sbattere bene. Mescolare il mais e il latte. Versare gli ingredienti in una casseruola imburrata e infornare per 45 minuti a 325 gradi. Mescolare una volta a metà cottura. Al termine, il budino sarà dorato e un coltello inserito ne uscirà pulito. Il libro di cucina Shaker dice: 'Usiamo mais congelato che tritiamo un po'. Delizioso anche con il mais fresco.'

Nota: il composto può essere preparato prima della cottura e conservato in un barattolo in frigorifero. Agitare bene e versare nella teglia quando si desidera utilizzarlo. --Da 'We Make You Kindly Welcome' di Elizabeth Kremer SHAKER KALE (6 porzioni) 1 garretto di prosciutto 1 libbra di cavolo verde Pepe nero macinato fresco

Mettere il garretto in 2 tazze d'acqua e cuocere a fuoco lento, scoperto, per circa 30 minuti. Aggiungere i cavoli e cuocere a fuoco lento fino a quando le foglie sono saporite ma hanno ancora un po' di morso, o fino alla cottura desiderata (questo varia a seconda del periodo dell'anno e della maturità delle verdure). Se lo si desidera, rimuovere i pezzi di prosciutto dal garretto, tritare e aggiungere alle verdure. Servire con un mestolo forato. SHAKER LEMON PIE (da 6 a 8 persone) crosta doppia da 9 pollici 2 limoni grandi 4 uova, ben sbattute 2 tazze di zucchero

Affettare i limoni sottili come carta, la scorza e il tutto. Unire con lo zucchero; mescolare bene. Lasciare riposare 2 ore o più, preferibilmente frullando di tanto in tanto. Aggiungere le uova sbattute al composto di limone; mescolare bene. Trasformare in un guscio di torta da 9 pollici, disponendo le fette di limone in modo uniforme. Coprire con la crosta superiore. Taglia diverse fessure vicino al centro. Infornare a 450 gradi per 15 minuti. Ridurre il calore a 375 gradi per circa 20 minuti o fino a quando un coltello inserito vicino al bordo della torta esce pulito. Raffreddare prima di servire. -- Da 'Ti diamo un cordiale benvenuto', di Elizabeth Kremer