TONY SOTER chiama i colpi

Se si classificano i produttori di vino in base al numero di vini eccezionali che producono, la parte superiore del mucchio è composta da esperti di vino come Helen Turley e Jed Steele, che diffondono i loro talenti tra otto o 10 aziende vinicole ogni anno. Trascorrendo tanto tempo per strada e al telefono quanto nei vigneti e nelle cantine, i consulenti d'élite conducono una vita così frenetica che potresti confonderli per i pezzi grossi di Wall Street, se non per la polvere di vigneto sui loro telefoni cellulari.

Ma se i consulenti costituiscono la parte superiore del mucchio di vinificazione, chi è al vertice in America? La questione è dibattuta all'infinito: coloro che apprezzano la coerenza rispetto a coloro che sono più colpiti dall'innovazione o dalla prolificità. Dal momento che la strategia preferita della mia famiglia in dibattiti così intricati è quella di lanciare un'affermazione dura al massimo del volume, lasciatemi semplicemente affermare che la mano più calda nel vino americano oggi è Tony Soter.

Oltre alla propria etichetta, Etude Wines, Soter lavora sui vini di Spottswoode, Araujo Estate Eisele Vineyard, Viader, Niebaum-Coppola, Moraga e Dalla Valle. Considerando il calibro di questa formazione, a Soter può essere attribuito il merito principale di più grandi vini di chiunque altro in America negli ultimi dieci anni.



come lavare una macchina del caffè

Come un cospicuo numero dei migliori produttori di vino del mondo, il background educativo di Soter non è in biologia o chimica ma nelle discipline umanistiche. Ha studiato filosofia al Pomona College vicino a Los Angeles, dove si è innamorato del vino alle degustazioni organizzate da un professore di classici. Dopo la laurea, accettò un lavoro a salario minimo a Napa come topo da cantina. Titoli più alti richiedevano una formazione tecnica, quindi ha confezionato un solo anno con corsi di enologia, scienze delle piante e dell'acqua, chimica e viticoltura. Dopo aver lavorato presso Stag's Leap Wine Cellars e Stonegate, si è trasferito a Chappellet, dove è diventato rapidamente enologo alla precoce età di 25 anni.

Il passaggio alla consulenza è iniziato in modo informale. Altri viticoltori iniziarono a chiedere a Soter, che aveva la reputazione di essere un mago, di diagnosticare i vini che erano andati male. Gli piaceva l'idea di lavorare su una gamma di vini più ampia di quella che qualsiasi proprietà potesse offrire, quindi prima di compiere 30 anni ha preso un taglio di stipendio per provare a fare da consulente a tempo pieno. La ricerca della varietà ha avuto un grande successo, poiché Soter, ora 44enne, decide quando raccogliere e come gestire quasi 100 parcelle piantate con uve diverse per i suoi clienti o per Etude.

Negozi di elettronica online europei con consegna in Russia

All'inizio, i suoi clienti (Hafner, Sequoia Grove e Robert Pepi) erano coltivatori che volevano aiuto per prepararsi a produrre i propri vini. Oggi i suoi clienti sono i detentori di appezzamenti d'élite che cercano il suo aiuto per attualizzare il potenziale dei loro vigneti. Da parte sua, Soter cerca la possibilità di produrre vini distintivi che traggano personalità dalle loro condizioni di crescita uniche.

Piuttosto che impartire uno stile proprio, cerca di far emergere i vari attributi insiti in ogni vigneto. Così, ad esempio, il Cabernet del vigneto Eisele di Araujo è molto morbido con molti tannini maturi, mentre il Cabernet di Spottswoode presenta un'acidità sorprendentemente brillante. Sebbene un ipotetico 'stile Soter' richiederebbe l'acidificazione dell'Araujo e la deacidificazione dello Spottswoode, considera una sfida personale lasciare che il sito si esprima piuttosto che piegare il materiale a uno stampo estrinseco.

Tuttavia, Soter non accetta il dogma attualmente di moda della vinificazione passiva, che si limita a lasciare che il vino si crei da solo. È perfettamente disposto a lottare contro le peculiarità di particolari annate per produrre vini coerenti di anno in anno. Ma ancora una volta, il modello per la consistenza è tratto dalle caratteristiche impartite dal particolare vigneto quando le condizioni sono ottimali, non da qualche profilo astratto. Le preferenze personali di Soter trovano il loro sfogo in Etude. Ama il Pinot Nero (e produce anche piccole quantità dei suoi parenti Pinot, Blanc, Gris e Meunier) e ha iniziato la sua etichetta poiché non poteva raccomandare ai suoi clienti di investire in queste uve difficili e commercialmente pericolose. La linea è completata da un Cabernet Sauvig on armonioso ed equilibrato. La produzione (basata interamente sulle uve acquistate) è attualmente di circa 6.000 casse e raggiungerà probabilmente quota 10.000 circa.

sinonimo di caffè

Circa il 75% dei vini Etude viene venduto ai ristoranti, il che irrita i collezionisti e alcuni rivenditori, ma impedisce l'accumulo e offre opportunità di degustazione a più persone. Tutte le versioni attuali sono eccezionali e altamente raccomandate. Anche la disponibilità dei vini dei progetti di consulenza è limitata, il che richiede una ricerca attiva nei negozi al dettaglio o, più probabilmente, un viaggio in un ristorante. Tuttavia, con la guida di Tony Soter, queste proprietà stanno rilasciando vini di straordinaria qualità che meritano una ricerca. VINO SULLA MATERIA

Se non puoi permetterti di combattere il blues di pieno inverno volando ai tropici, prova a ingannare il tuo orologio interno con un vino che sa di primavera. Hogue Cellars Columbia Valley Fume Blanc 1995 (meno di $ 9) è brillante e frizzante, con deliziosi agrumi, un leggero sentore di erbe e un'eccitante freschezza al palato. Perfetto con vongole o ostriche, funzionerà bene anche con la maggior parte dei piatti a base di pollo e qualsiasi pesce leggermente aromatizzato.