Perché lasciare che gli scoiattoli si divertano?

Mia madre mi ha detto di non mangiare mai le ghiande. Erano velenosi, disse. Mi ci sono voluti 25 anni, evitando molte ghiande, prima di sapere che si sbagliava.

Le ghiande sono commestibili. Molti nativi americani dipendevano da loro per il cibo. Non sempre sono piacevoli al palato sperimentatore a causa della loro elevata concentrazione di tannini. Ma una volta che sai quali ghiande stanare e come rimuovere il tannino amaro, puoi iniziare a considerare le ghiande come una fonte di cibo interessante, se non fondamentale, per l'autunno e l'inverno.

Le querce sono divise dai botanici in due gruppi: le bianche e le rosse. Le foglie della quercia bianca presentano lobi arrotondati, come nella quercia bianca, nel castagno o nella radica. Al contrario, le querce rosse hanno foglie appuntite. Le noci prodotte dal gruppo della quercia bianca contengono molto meno tannino rispetto alla varietà rossa, quindi sono le ghiande da cercare quando si raccolgono le scorte autunnali. Occasionalmente, infatti, a volte trovi una quercia bianca che coltiva ghiande così dolci, così povere di tannino, che puoi davvero rosicchiare come uno scoiattolo sulla ghianda. Il dado non lavorato ha un sapore un po' come una castagna cruda.



valutazione delle caffettiere geyser

Ma se la ghianda ha un sapore di tannino - con un sapore amaro e rugoso - puoi ancora raccogliere le noci e lisciviare il tannino usando un processo semplice.

Raccogli ghiande di quercia bianca non appena cadono. Se non lo fai, umidità, muffe, vermi o animali selvatici possono rovinare il raccolto. Un litro di ghiande fornirà molto per la sperimentazione.

Una volta a casa, rimuovere i cappucci e le bucce esterne. A volte arrostire brevemente le noci, ad esempio 15 minuti in un forno a 300 gradi, aiuterà a separare il guscio dalla carne. Arrostirli asciuga anche le noci, impedendo loro di germogliare o ammuffire nella tua cucina e rendendole più facili da conservare se preferisci non cucinare con loro lo stesso giorno della raccolta.

Per estrarre il tannino in eccesso, portare a ebollizione una pentola d'acqua e versarvi dentro i semi di noce. Potresti volerle legare prima in un sacchetto di garza per facilitarne la manipolazione. Man mano che i semi di noce vengono immersi, l'acqua assumerà immediatamente un colore rosso-marrone. Ovvero il tannino, un costituente di molte piante, comprese le foglie di tè nero, e la stessa sostanza naturale tradizionalmente utilizzata per la concia delle pelli. Il contenuto di tannino delle tue ghiande dipenderà non solo dalla varietà di quercia che hai trovato, ma varierà anche da albero ad albero o in base alla stagione.

Quando le ghiande vengono lasciate bollire, più tannino fuoriesce. Lasciarli nell'acqua bollente per circa 10 minuti, quindi scaricare l'acqua macchiata, riempire nuovamente la pentola e ripetere il processo. Continuare a bollire le ghiande, cambiando l'acqua di tanto in tanto, fino a quando l'acqua rimane abbastanza chiara.

Puoi anche dare un assaggio alle noci. Le noci non lisciviate producono un raggrinzimento, ma le ghiande completamente lisciviate dovrebbero sedersi facilmente sulla lingua, con un sapore dolce e ricco di noci.

Testi Saeco

Da un litro di noci raccolte, ora hai circa due tazze di carne di ghianda utilizzabile. Molte ricette richiedono che le ghiande vengano macinate e stese su una teglia e arrostite delicatamente (un'ora a 300 gradi). Il pasto ricco e secco che ne risulta può essere conservato in barattoli ermetici per l'inverno.

Ma se sei solo curioso e vuoi usare quelle ghiande ora, puoi macinare, tritare, schiacciare o lavorare le noci ancora umide in un frullatore e usarle in prodotti da forno insoliti.

m video macinacaffè

Queste carni di ghiande color cioccolato conferiranno il loro ricco colore a qualunque cosa cucini con loro. Le ghiande sono senza dubbio ottime fonti di proteine, oltre ad essere ricche di carboidrati, ma è impossibile trovare dati nutrizionali dettagliati sulle noci che sono stati trascurati nel corso degli anni.

Potresti non scegliere di aggiungere il gusto nocciola delle ghiande al tuo menu di tutti i giorni. Ma puoi comunque avere il piacere di scoprire in prima persona che, lontano da quanto ci dicevano le mamme, le ghiande sono commestibili in quanto presentano integrazioni nutrienti, gustose e utili alla cottura naturale. PANE DI GHISA (per 2 pagnotte) 1/4 di tazza di latte 1/4 di tazza di burro 1/4 di tazza di melassa 2 cucchiai di miele 1 cucchiaino di sale 1 cucchiaio di lievito secco 1 1/4 di tazza di acqua calda 4-5 tazze di farina bianca non sbiancata 1 tazza di farina di ghiande 1/2 tazza di crusca 1/2 tazza di germe di grano

Scaldate il latte in un pentolino, poi aggiungete il burro, la melassa, il miele e il sale. Lasciar raffreddare leggermente. Sciogliere accuratamente il lievito in 1/4 di tazza di acqua calda prima di unirlo con il resto dell'acqua e il latte scottato in una ciotola capiente. Aggiungere 2 tazze di farina non sbiancata e sbattere 100 volte. Aggiungi farina di ghiande, crusca e germe di grano e batti altre 100 volte. Aggiungere la farina rimanente 1 tazza alla volta, sbattendo ripetutamente per ottenere la giusta consistenza dell'impasto.

Mettere l'impasto in una ciotola imburrata e imburrare anche la parte superiore dell'impasto. Fate lievitare in luogo tiepido fino a raddoppiarne le dimensioni, quindi schiacciate. Lasciare che l'impasto raddoppi nuovamente, quindi schiacciare. Tagliare in 2 parti e formare dei filoncini a piacere. Lasciare riposare le pagnotte 15 minuti, quindi infornare a 350 gradi per 50-60 minuti. Subito dopo aver tolto dal forno, guarnire con burro fuso. Raffreddare completamente prima di tagliare. MUFFIN DI GHIE (per 12 persone) 1 1/2 tazze di farina 1 cucchiaino di sale 3 cucchiaini di lievito in polvere 1/2 tazza di burro fuso 2 uova 1/2 tazza di miele 1/2 tazza di latticello 1 1/2 tazze di farina di ghiande (sostituire la farina se non è sufficiente farina di ghiande)

Mescolare gli ingredienti secchi. Sbatti insieme gli ingredienti umidi, inclusa la farina di ghiande. Piegare energicamente il composto umido in quello secco e mescolare fino a quando non si sarà amalgamato. Non mescolare troppo. Cuocere in stampini da muffin imburrati a 375 gradi per 15-20 minuti. BISCOTTI CON CHIP DI GHIACA (per circa 30 biscotti) 1/4 di tazza di burro 1/4 di tazza di melassa 1/4 di tazza di zucchero (opzionale) 1/4 di tazza di yogurt 1/4 di tazza di formaggio cremoso 1 tazza di ghiande, tritate finemente 1 tazza di farina bianca non sbiancata 1 /2 cucchiaini di lievito in polvere 1/4 di cucchiaino di sale

Frullare insieme burro, melassa (e zucchero se lo si desidera), yogurt e crema di formaggio fino a ottenere un composto omogeneo. Incorporare accuratamente le ghiande tritate, la farina, il lievito e il sale. Arrotolare l'impasto in una palla e staccare piccole palline delle dimensioni di un quarto. Appiattire su una teglia unta. Cuocere 12-15 minuti a 375 gradi.