Per i viticoltori, il 2020 è stato l'anno che ci ha 'messo in ginocchio'

Charred wine bottles at Castello di Amorosa in Calistoga, Calif., in September. (Noah Berger/AP)

sito tecnico tedesco
DiDave McIntyre 2 gennaio 2021 alle 12:00 est DiDave McIntyre 2 gennaio 2021 alle 12:00 est

Lo scorso gennaio, cercando di indovinare il futuro nei fondi di vino rosso sangue sul fondo del mio bicchiere, ho scritto di un'offerta eccessiva e di una domanda debole che metteva sotto pressione i viticoltori indipendenti e le piccole cantine familiari. Complicato dalla riduzione del turismo dopo anni consecutivi con incendi e tariffe commerciali su alcune importazioni di vino che hanno danneggiato l'intero settore, il 2019 è stato difficile e il 2020 sembrava essere un altro anno difficile.

Certo, il 2020 si è rivelato peggiore di quanto chiunque immaginasse. La pandemia di coronavirus e i blocchi hanno chiuso sale di degustazione e ristoranti, due importanti flussi di entrate per le piccole cantine. Gli incendi hanno colpito diverse regioni vinicole dell'Oregon e della California, compresa la Napa Valley settentrionale, poco prima e durante la vendemmia. Il mondo del vino è stato coinvolto anche nel dibattito nazionale sui problemi della diversità sistemica e sulle molestie sessuali.



Un anno fa, ho citato Alison Smith Story dicendo che il 2019 è stato l'anno più difficile della sua carriera nel settore del vino, compresi anni nella vendita al dettaglio e come comproprietario di Smith Story Wine Cellars, il marchio che ha fondato nel 2013 con suo marito, l'enologo Eric Story . Così ho fatto il check-in per vedere come se la sono cavata quest'anno. Si scopre che il primo trimestre del 2020 è stato il migliore di sempre, prima che il fondo cadesse.

Le 12 migliori occasioni di vino del 2020

Gli alti sembravano volare sopra le cime di una foresta di sequoie, ha detto. I minimi - beh, il dolore dell'anno accoppiato con un cielo rosso scuro e la cenere che cade - ci hanno fatto cadere in ginocchio.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Smith Story ha viaggiato per anni nel paese cercando di costruire un mercato all'ingrosso per il marchio, ed era pronta a entrare in una dozzina di nuovi mercati quest'anno, vendendo principalmente ai ristoranti. Quel canale è evaporato istantaneamente sotto le regole della pandemia, come ha fatto per le cantine di tutto il paese. E con la loro sala di degustazione a Philo, in California, nella Anderson Valley di Mendocino County, chiusa per la primavera, la coppia è passata alle vendite online.

Circa una volta alla settimana, gli Story affittavano un furgone, lo caricavano di vino e, insieme a Lord Sandwich, il loro goldendoodle e mascotte ufficiale dell'azienda vinicola, consegnavano personalmente più di 500 ordini in tutta l'area della Baia di San Francisco. A luglio, con l'allentamento delle restrizioni alla pandemia, hanno aperto un weingarten all'aperto nella loro sala di degustazione e hanno ospitato costantemente centinaia di nuovi ospiti, anche attraverso giorni di temperature estreme, aria piena di fumo e cenere che cadeva sulle nostre spalle.

Oh, e quegli incendi: a causa dell'odore di fumo, quest'anno non abbiamo raccolto un solo acino, dice Smith Story, riflettendo un dilemma affrontato da piccole cantine e coltivatori in diverse parti della California quest'anno. La loro attività per il 2020 e il 2021 si baserà sulle scorte di annate abbondanti negli ultimi anni; l'eccesso che incombeva minacciosamente un anno fa è ora un'ancora di salvezza.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Noi consumatori abbiamo aiutato, ovviamente. Le vendite al dettaglio sono aumentate all'inizio della pandemia, poiché abbiamo accumulato vino e carta igienica. Abbiamo privilegiato le etichette familiari e poco costose, quindi mentre i negozi al dettaglio hanno beneficiato di un aumento delle vendite in un momento in cui altre attività stavano chiudendo, il picco ha aiutato principalmente le aziende vinicole più grandi. Le vendite sono leggermente diminuite e l'aumento annuale del Ringraziamento è stato più piccolo del solito poiché abbiamo tenuto celebrazioni più modeste, secondo

Anche le tariffe del 25% imposte dall'amministrazione Trump alla fine del 2018 su alcuni vini e alimenti europei hanno avuto un ruolo nell'ultimo anno e, si spera, non continueranno. Abbiamo visto prezzi leggermente più alti, soprattutto sui vini francesi e spagnoli; gli effetti delle tariffe sono stati avvertiti in modo più acuto da importatori e ristoranti, almeno fino a quando la pandemia non ha travolto tutti gli altri fattori. All'inizio dell'anno, l'amministrazione brontolava sull'imposizione di tariffe ancora più elevate, cosa che fortunatamente non è mai avvenuta.

Ora, un'alleanza di ristoranti, rivenditori, importatori e distributori sta sollecitando il presidente eletto Joe Biden ad abrogare le tariffe Trump il primo giorno dopo l'inaugurazione. La Coalition to Stop Restaurant Tariffs, lanciata a metà dicembre, comprende i migliori chef Thomas Keller, Alice Waters, Daniel Boulud, Nina Compton e Kwame Onwuachi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La nostra formula per sopravvivere a questa crisi economica è semplice: per ogni cliente, dobbiamo massimizzare le vendite di fattori di profitto come il vino e ridurre al minimo il costo di input come formaggio, olio d'oliva, carne e altri alimenti. Queste tariffe costose lo rendono impossibile, ha scritto la coalizione a Biden in una lettera datata 14 dicembre.

Le tariffe del ristorante sono state un fallimento, continua la lettera. In vigore da oltre un anno, non hanno in alcun modo esercitato pressioni sull'Unione europea affinché ponga fine ai suoi sussidi agli aerei, tuttavia l'amministrazione Trump ha mantenuto in vigore le tariffe dei ristoranti anche durante la più grande crisi che il nostro settore abbia mai dovuto affrontare.

Biden ha indicato che la revoca delle tariffe potrebbe non essere in cima alla sua agenda commerciale. La coalizione spera che lo veda come una piccola ma efficace parte del sollievo dal covid che può fornire rapidamente senza un atto del Congresso.

Cosa accadrà quest'anno? Mentre guardo nel fondo del mio bicchiere, oscuramente, mi rendo conto che i miei poteri di divinazione sono limitati. Deve essere migliore, no?

Altro dal cibo:

Fare champagne con poco o nessun zucchero aggiunto è complicato. Un produttore rispettato lo sta facendo bene.

Apri i migliori libri sul vino del 2020 per una ricca storia, politica internazionale e il vivace ricordo di un vignaiolo

Archivio colonne vino

CommentoCommenti GiftOutline Articolo regalo Caricamento...